La camomilla, un rimedio naturale ed efficace contro i disturbi emorroidari

Scopriamo le proprietà benefiche di questa pianta medicinale conosciuta sin dall’antichità
In più occasioni ci è capitato di parlare di come l’alimentazione svolga un ruolo fondamentale nella cura e nella prevenzione delle emorroidi. Ma non è solo ciò che si mangia a esercitare un’influenza tanto importante sulla salute del nostro organismo: anche quel che beviamo non va trascurato.
Fiori e infuso di camomillaChi soffre di emorroidi probabilmente sa di doversi limitare nel consumo di sostanze eccitanti (caffè, tè, bevande con caffeina…) e che, per promuovere il benessere intestinale, occorre bere ogni giorno almeno un paio di litri di liquidi – non solo acqua, ma anche altre bevande, come ad esempio gli infusi.
In tutto questo la camomilla è una piccola, grande alleata contro i disturbi di carattere proctologico. Questa pianta medicinale è infatti caratterizzata da spiccate proprietà antireumatiche, toniche, digestive, calmanti, ma anche lenitive e antinfiammatorie: e sono proprio questi ultimi due benefici che risultano di sicuro interesse per chi problemi di emorroidi.
Per trarne vantaggio si può fare ricorso agli infusi di camomilla per raggiungere le quantità minime di liquidi da consumare ogni giorno, e la cosa bella è che questa bevanda non conosce stagionalità. D’inverno una bella camomilla calda, bevuta magari quando si rientra a casa dal lavoro o prima di andare a dormire, è un toccasana che rinfranca corpo e spirito, mentre d’estate gli infusi possono essere messi in frigorifero e consumati come una qualsiasi altra bevanda rinfrescante, magari dolcificandoli con un po’ di zucchero di canna, stevia o miele.
Proprietà benefiche e tanta preziosa acqua: la camomilla permette di cogliere i classici “due piccioni con una fava” in caso di emorroidi!
 

News