Curare le emorroidi? Una questione di buonsenso

Qualche volta fra le news ci è capitato di parlare di emorroidi in modo “leggero”, non certo per sminuirne l’impatto sulla qualità della vita, quanto piuttosto per indurre i lettori a considerare i disturbi emorroidari come problemi sì fastidiosi, ma anche risolvibili e che è bene affrontare con ottimismo e positività.
Purtroppo oggi ci tocca anche dare una notizia dai toni più seri, raccontando la storia di una sfortunata asiatica che ha cercato di curare le emorroidi con un approccio decisamente sbagliato. Il quotidiano Global Times riporta che alla fine dello scorso settembre una donna cinese, la cui privacy è stata tutelata col nome fittizio Li, è deceduta in seguito all’ingestione di sostanze velenose che invece avrebbero dovuto aiutarla a risolvere i suoi problemi.Centopiedi "wugong"
La quarantenne, originaria della città di Harbin, basandosi sul principio “combattere la malattia col veleno” tanto caro alla medicina tradizionale cinese ha ingerito dieci centopiedi velenosi – detti wugong – secondo una popolare tradizione curativa per le emorroidi. Portata d’urgenza al 4th Affiliated Hospital della Harbin Medical University (FHHMU), purtroppo Li non ce l’ha fatta a causa di un’insufficienza epatica e renale.
Molti medici cinesi, in seguito all’accaduto, si sono affrettati nel ricordare che l’utilizzo erroneo delle medicine tradizionali cinesi spesso comporta più danni che benefici; per questo motivo i pazienti dovrebbero prestare molta attenzione alle scelte che compiono per curarsi, senza cadere nell’errore di pensare che, a prescindere, tutto ciò che è tradizionale sia anche buono (e sicuro).
È innegabile che la stessa raccomandazione valga anche per i pazienti occidentali: di certo nessuna persona sana di mente ingoierebbe dei centopiedi nella speranza di trovare una soluzione ai propri problemi emorroidari, ma anche da alcuni rimedi “della nonna” c’è da guardarsi poiché non tutti sono sicuri né tantomeno efficaci, a dispetto di quanto certi utenti di internet millantano.
Ancora una volta è la scienza medica a offrire le risposte migliori e più sicure, nel pieno interesse del paziente: se le emorroidi vi tormentano, chiedete aiuto solo ed esclusivamente a un professionista!
 

News