Dieta dimagrante dopo le Feste: attenzione al rischio stitichezza

Combattere la stipsi con i rimedi naturali

Quando passano le Feste arriva sempre il fatidico momento in cui si sale sulla bilancia per apprendere se i vizi a cui abbiamo ceduto soprattutto a tavola hanno causato lo spostamento dell’ago della bilancia. In poche parole, ci si pesa per capire se i kg sono aumentati o meno.

Dopo Natale, generalmente, l’esito è positivo e per questa ragione si iniziano drastiche diete dimagranti. Ma uno degli effetti collaterali provocati da queste diete consiste spesso nel cominciare a soffrire di stitichezza.

In particolare, sono più le donne, rispetto agli uomini, che soffrono di difficoltà ad evacuare con regolarità. Per tale ragione si deve prendere in considerazione l’idea di seguire un piano alimentare sano e ricco di fibre.

Per combattere la stipsi esistono alcuni rimedi naturali da inserire nel proprio programma alimentare.

Ecco alcuni esempi di prodotti che non dovrebbero mai mancare:
  • Semi di lino: aiutano a proteggere la mucosa e svolgono un’azione emolliente;
  • Senna: aiuta a ristabilire la regolarità intestinale e a seconda del dosaggio è un buon rimedio lassativo e purgativo;
  • Rabarbaro: grazie alle sue proprietà depurative, digestive ed epatiche è un alimento che migliora la digestione. Da evitare per chi soffre di emorroidi e calcoli e per le donne in gravidanza;
  • Aloe: per via delle proprietà lassative del succo di questa pianta, lo sciroppo di aloe è un valido aiuto per chi soffre di emorroidi. Controindicato in gravidanza e durante l’allattamento;
  • Tamarindo: grazie all’alta percentuale di zuccheri contenuti nella polpa, questa pasta molle e scura svolge una forte azione lassativa;
  • Olio di ricino: a piccole dosi, è un buon antinfiammatorio, capace di agire sull’intestino tenue senza irritare il colon.
Si raccomanda, infine, di accompagnare ogni dieta con un alto consumo di acqua (almeno 2 litri al giorno) e di associare anche l’attività fisica.

News