Un nesso inaspettato fra emorroidi e… Guerre Stellari

Grande clamore mediatico ha suscitato l’uscita del nuovo episodio di Guerre Stellari intitolato “Rogue One”, ennesimo successo al botteghino della celebre saga. Per molti fans puristi di Star Wars, tuttavia, gli episodi migliori rimangono e rimarranno sempre i primi (il IV, V e VI) in cui i Ribelli combattevano strenuamente contro il supercattivo Darth Vader.
A proposito di Darth Vader, forse non tutti sanno che l’attore che lo interpretò – l’inglese David Prowse, alto quasi due metri – in realtà sotto la maschera era un vero mattacchione che di tanto in tanto si divertiva a modificare le battute del suo personaggio a insaputa della regia (forse non fu proprio un caso che il personaggio venne poi doppiato da un altro attore, James Earl Jones).
L’arzillo ottantunenne ha confessato qualche tempo fa che durante le riprese di Star Wars e, in particolare, dell’episodio V: L’Impero Colpisce Ancora, aveva modificato la battuta «Gli asteroidi non mi riguardano, ammiraglio. Io voglio quella nave», pronunciata durante l’inseguimento del Millennium Falcon di Han Solo, con un’espressione ben più colorita.
Darth Vader e l'Ammiraglio Piett Nella versione originale, al posto di «Asteroids do not concern me Admiral, I want that ship», Prowse disse: «Hemorrhoids do not concern me; I need a sh*t» ovvero “Le emorroidi non mi riguardano, ammiraglio, ho bisogno di... andare al bagno”.
La cosa più incredibile, a detta di Prowse, è che l’attore che interpretava l’ammiraglio, Kenneth Colley, riuscì a rimanere del tutto impassibile mentre Darth Vader pronunciava inaspettatamente questa assurda battuta – soprattutto alla luce del fatto che in quel momento il signore dei Sith si trovava a “meditare” nella sua stanza personale!
Davvero incredibile come le emorroidi riescano a fare capolino anche dagli argomenti più disparati, che nulla hanno a che vedere con questo disturbo di salute. Se anche voi ne soffrite meglio non contare su poteri soprannaturali per risolverle, ma al contrario affidarsi a un medico competente, e “che la Forza sia con voi”!
 

News