“Il frutto della vita” fa la sua comparsa sulle nostre tavole!

Un alimento prezioso e utile per combattere le emorroidi

La primavera e l’estate sono le stagioni che, per antonomasia, vedono lo nascita e lo sviluppo di frutta e verdura di ogni tipo: mele, pere, insalata, pomodori, lamponi, mirtilli e così via.

Nelle tavole di bar e ristornati, capita spesso di imbattersi in coppe di macedonia con frutta colorata di ogni tipo e, recentemente, ha fatto la sua comparsa un nuovo frutto dal nome particolare “Acai”, la cui pronuncia corretta è assaì.

Potrebbe essere confuso, erroneamente, con il frutto del mirtillo in quanto è piuttosto simile: è grande all’incirca 1, 5 cm, di colore viola scuro, privo di buccia ma con all’interno un nocciolo.

Questo frutto cresce sull’Euterpe Oleracea,, una grande palma che cresce rigogliosa all’interno della foresta amazzonica, nella parte settentrionale: viene anche chiamato dagli Indios “frutto della vita”, per le sue importanti proprietà nutritive.

L’Acai infatti presenta importanti proprietà nutrizionali: contiene, infatti, vitamine, sali minerali, aiuta a prevenire l’invecchiamento della pelle, è ricco di bioflavonoidi che aiutano a migliorare la circolazione sanguigna. Quest’ultimo aspetto è davvero importante per chi soffre di emorroidi, in quanto aiuta il microcircolo anche nel plesso anale, aiutando ad attenuare questo fastidioso problema.

Può essere consumato all’interno di macedonie di frutta fresca, oppure accompagnato ad una coppa di gelato alla frutta.

News