Prevenire le emorroidi: meglio la biancheria intima in cotone

Sconsigliati tanga e perizoma

Tanga e perizoma sono considerati da tantissime donne un capo intimo assolutamente indispensabile nel proprio guardaroba. Sarà perché è comodo, elasticizzato e non segna  la pelle, ma a lungo andare indossare questo genere di biancheria intima può causare problemi.

Infatti, secondo il prof. Rabin, professore associato di Ostetricia e Ginecologia presso l’Albert Einstein College of Medicine, alcuni modelli di perizoma mettono in serio pericolo la salute intima delle donne. Ad esempio, i modelli in pizzo, realizzati con materiali sintetici che non lasciano traspirare la pelle, possono risultare dannosi.

In molti casi, inoltre, oltre a tanga e perizoma si aggiungono collant e leggins in microfibra, che fanno aumentare in maniera esponenziale le possibilità di contrarre infezioni, per via dell’umidità che si genera proprio sotto questi tessuti.

E se oltre a biancheria e collant si aggiunge poi anche l’utilizzo di salvaslip, allora il rischio di contrarre infezioni diventa altissimo.

Ma i problemi non nascono solo a livello vaginale. Anche l'orifizio anale può essere irritato dall’utilizzo di questo tipo di biancheria intima: i capi non in cotone e di tipo “mini” strofinando  sulla pelle nello stesso punto, possono favorire l’infiammazione delle emorroidi in coloro che ne sono predisposti.

News