Per chi soffre di emorroidi è necessario bere almeno 2 litri di acqua al giorno

Via libera a bibite fresche: stop a bevande ghiacciate

Tutto l’anno, ma in particolar modo in estate, è fondamentale reidratare il corpo con costanza, in quanto il caldo e le alte temperature possono avere effetti negativi sul nostro organismo.

Per chi soffre di patologie anorettali come le emorroidi, è necessario bere almeno due litri di acqua al giorno, in quanto depura da scorie e liquidi in eccesso, favorendo un ottimo ritorno venoso.

Infatti, al di sotto dei 15 gradi vengono assorbite più rapidamente e abbassano la temperatura corporea, che tende a raggiungere valori piuttosto elevati quando si pratica attività fisica.

Se, infatti, beviamo una bibita che ha una temperatura che varia tra i 5 e i 10 gradi, può succedere che quest’ultima raffreddi la temperatura dello stomaco con un aumento, di conseguenza, della motilità gastrica, portando notevoli vantaggi sul transito gastrico, riuscendo a sottrarre, nello stesso tempo, calore dalle zone interne del nostro corpo.

Via libera quindi a bibite fresche, molto utili per riattivare la circolazione e favorire il flusso sanguigno anche nella zona attorno al plesso anale: sono bandite le bevande ghiacciate con una temperatura vicina agli zero gradi, in quanto possono provocare forti crampi allo stomaco e dolori alla pancia.

News